Ultra Runners che comunicano

Per la serie sportivamente parlando, uno che comunica davvero bene alla propria community di sportivi, è sicuramente Michele Evangelisti.

Ultratrailer, 38 anni  e 9664 seguaci solo sul canale Facebook.

Non è semplice diversificare il modo di dispensare consigli soprattutto nel mondo dei runners o come nel suo caso di ultratrailer.

Ma a modo suo, semplice e diretto senza l’utilizzo di troppi termini tecnici, Evangelisti è riuscito a raggiungere il fan 4.0, quel fan che vuole essere un tutt’uno con l’atleta .

Con un palmares di successi di tutto rispetto ed una reputazione al top, Michele Evangelisti è l’atleta che ogni brand dovrebbe avere dalla propria.

Abbiamo chiesto ed ottenuto un’intervista che ha accolto con molta cortesia.

Michele nel mondo dello sport business non ci sono più barriere, la distanza tra atleta e fan si è via via ridotta, in quale modo riesci ad interagire con la tua community e quale dei canali social ti restituisce maggior risposta?

Il canale che più utilizzo è sicuramente Facebook, ma l’utilizzo degli altri canali come Instagram o il mo portale mi permette di avere un maggiore confronto e di comunicare con più persone e rispondere a più quesiti. In ogni caso  comunico molto di persona magari attraverso gli amici e questo mi permette di raccogliere più informazioni possibili in modo da poter argomentare e rispondere sempre sullo stesso portale.

Hai parlato di un progetto o meglio di un nuovo portale tutto dedito al tuo mondo sportivo labussoladelrunning.it , quando credi sarà presentato?

Il portale labussoladelrunning.it è in via di definizione, stiamo cercando di inserire e costruire contenuti validi e sarà lanciato a breve, magari con una campagna di attesa.

Ci saranno contenuti scientifici  e consigli tecnici, ed una sezione premium che consentirà di accedere a piani personalizzati di allenamento da me creati.

 

Qual è il tuo rapporto con i brand e come li scegli ?

Prima di scegliere un brand o un evento a cui prendere parte, preferisco attivare una fase preliminare di conoscenza. La qualità ed il feeling con il prodotto sono molto importanti, cerco un legame  con quello che sto indossando o con l’evento al quale prenderò parte, in modo che il tutto   sia in sintonia con il mio modo di essere.

Quando ti è venuto in mente di realizzare la video rubrica che puntualmente posti sulla tua pagina facebook e  come riesci a conciliare questo appuntamento con i vari impegni ora che sei diventato anche papà?

Ricevevo tante domande, ed ho pensato che la rubrica fosse lo strumento adatto per passare a tante persone lo stesso concetto o rispondere allo stesso quesito che mi veniva posto privatamente, in più mi permette di mostrare i brand senza doverli taggare, semplicemente mostrandoli in video.

Il fatto di essere diventato babbo,  mi motiva, quando posso mi piace portare l’intera famiglia con me. Ha solo due mesi e mi piace vederlo crescere in un contesto sano.

Quanto libero ti rende correre?

La libertà di correre più che nelle gambe è nella testa, mi è capitato due anni fa di entrare in un carcere e di far correre i detenuti all’interno delle mura. Hanno apprezzato tanto l’ iniziativa!

Questa esperienza mi ha fatto capire che effettivamente correre sprigiona un libertà che non è fatta solo di spazi ma che agisce a livello mentale

Michele grazie per aver risposto alle nostre domande, ti auguriamo buona fortuna per il lancio del tuo nuovo portale, che siamo sicuri otterrà grandi risultati.

A presto

https://www.micheleevangelisti.com/

http://www.labussoladelrunning.it/

 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Nicola Dutto sfida la Dacar!